Il coordinatore in fase di esecuzione e l’impresa affidataria

A cura di ing. Valdimiro Lembo

Con l’introduzione dell’art. 97 del D.lgs 81/08 non pochi compiti e responsabilità vengono attribuiti al datore di lavoro dell’impresa affidataria e gli assegnano un fondamentale ruolo di coordinamento gestionale tanto che nella gestione dell’appalto quanto nella gestione della sicurezza in cantiere.

In ambito della gestione dell’appalto, l’impresa affidataria

  • sceglie le im­prese esecutrici
  • gestisce operati­vamente e giornalmente le imprese esecutrici (chi fa cosa, quando, dove e con quali attrezzature),
  • stipula con esse un contratto e esegue i pagamenti dei lavori sub-affidati,

In ambito della gestione della sicurezza in cantiere: l’impresa affidataria

  • Verifica l’idoneità tecnica professionale delle imprese esecutrici [ allegato XVII ]
  • verifica le condizioni di sicurezza del cantiere
  • verifica le disposizioni e le prescrizioni del Piano si Sicurezza e Coordinamento [ PSC ]
  • coordina gli interventi di cui all’art. 95 [ misure generali di tutela ] e 96 [ obblighi delle figure apicali del sistema di prevenzione in cantiere ]
  • verifica dei Piani Operativi di Sicurezza [ POS ]delle imprese esecutrici, prima della loro trasmissione al CSE
  • corrisponde gli oneri per la sicurezza alle imprese esecutrici, ove gli stessi siano stati sostenuti dalle stesse
  • per svolgere gli obblighi di cui sopra, le figure apicali dell’impresa debbono essere adeguatamente formati e ne deve completa informazione al Committente

Viene da chiedersi se il legislatore abbia voluto aggiungere un ulteriore controllore in cantiere oppure se più logicamente, non abbia inteso identificare due precisi livelli di coordinamento.

I DUE LIVELLI DI COORDINAMENTO

 Con l’introduzione del ruolo dell’impre­sa affidataria, il T.U. ha ribadito e reso esplicito il doppio livello di coordina­mento esistente nei cantieri.

 È previsto un coordinamento di MACRO LIVELLO, svolto dal coordinatore per la sicurezza, e un coordinamento di MICRO LIVELLO, svolto dall’impresa affidataria.

 Il COORDINATORE PER LA SICUREZZA ha la visione globale del cantiere e mantie­ne i rapporti con Committente, Diret­tore dei Lavori, Impresa affidataria. Ne conosce le esigenze e le priorità.

 Verifica l’attuazione del PSC e ne fa at­tuare gli elementi progettuali. Si con­centra sulle interferenze fra le lavora­zioni.

L’IMPRESA AFFIDATARIA sceglie le im­prese subappaltatrici, gestisce operati­vamente e giornalmente le imprese su­bappaltatrici (chi fa cosa, quando la fa, dove e con quali attrezzature la fa). Organizza e gestisce il cantiere scegliendo l’esatto modello di attrezzature ed opere prov­visionali, le modalità di approvvigiona­mento materiali. Vigila sulla sicurezza dei lavoratori e sull’applicazione del PSC.

 Ed è proprio questo il ruolo più impor­tante dell’impresa affidataria e che può veramente fare la differenza per avere un cantiere in cui si lavora in sicurezza. È infatti evidente la grande incisività che essa può avere in quanto conosce bene le imprese a cui subappalta le opere ed in quanto, grazie alla propria organizza­zione, ha il pieno controllo quotidiano dell’andamento dei lavori.

 Queste considerazioni, che sembrano evidenti a chi ha esperienza operativa in cantiere e ne conosce le dinamiche interne di gestione, sempre più spesso non vengono recepite dagli organi di vigilanza e dalla giurisprudenza.

 

infatti, dopo un primo momento di soddisfazione verificatosi con alcune sentenze:

 Il CSE nel ruolo di alta sorveglianza

 Cass. Pen. Sez. IV, n° 1490 del 14/01/10 – Cass. Pen. Sez. IV, n° 18149 ed altre, delineanti un percorso argomentativo che, superando gli intrecci di responsabilità e la confusione dei ruoli fra committenza, coordinatore e impresa, ha individuato correttamente in capo al coordinatore quelle responsabilità che derivano dal suo ruolo e non quelle, invece, che proprio da una corretta interpretazione del ruolo stesso, sono escluse.

“Appare dunque chiara la rimarcata diversità di ruolo rispetto al datore di lavoro delle imprese esecutrici: un ruolo di vigilanza che riguarda la generale configurazione delle lavorazioni e non la puntuale stringente vigilanza, momento per momento, demandata alle figure operative (datore di lavoro, dirigente, preposto”

 si è ritornati al

Il CSE ” deus ex machina ” nonchè “formatore di cantiere “

 Cassazione Penale, Sez. 4, 16 maggio 2013, n. 21059 – Responsabilità del committente e del coordinatore per la sicurezza dei lavori

“ Giova, sul punto, osservare come, secondo il consolidato insegnamento della giurisprudenza di legittimità, in tema di prevenzione antinfortunistica, al coordinatore per la sicurezza dei lavori non è assegnato esclusivamente il compito di organizzare il lavoro tra le diverse imprese operanti nello stesso cantiere, bensì anche quello di vigilare sulla corretta osservanza da parte delle stesse delle prescrizioni del piano di sicurezza e sulla scrupolosa applicazione delle procedure di lavoro a garanzia dell’incolumità dei lavoratori (Cass., Sez. 4, n. 27442/2008, Rv. 240961; Cass., Sez. 4, n. 32142/2011, Rv. 251177), spettando al ridetto coordinatore dei lavori la titolarità di un’autonoma posizione di garanzia che, nei limiti degli obblighi specificamente individuati dalla legge, si affianca a quelle degli altri soggetti destinatari delle norme antinfortunistiche (Cass., Sez. 4, n. 38002/2008, Rv. 241217; Cass., Sez. 4, n. 18472/2008, Rv. 240393), e comprende, non solo l’istruzione dei lavoratori sui rischi connessi alle attività lavorative svolte e la necessità di adottare tutte le opportune misure di sicurezza, ma anche la loro effettiva predisposizione, nonché il controllo continuo ed effettivo sulla concreta osservanza delle misure predisposte al fine di evitare che esse siano trascurate o disapplicate, nonché, infine, il controllo sul corretto utilizzo, in termini di sicurezza, degli strumenti di lavoro e sul processo stesso di lavorazione (Cass., Sez. 4, n. 46820/2011, Rv. 252139).”

 IL CIRCOLO invita i colleghi interessati, a partecipare ad un dibattito su questo argomento o su altri inerenti la sicurezza in cantiere, da sviluppare nel forum dedicato.

 

 

.