Rischio chimico nel cantiere edile

Segnaliamo un interessante opuscolo dell’INAIL

http://www.inail.it/internet_web/wcm/idc/groups/internet/documents/document/ucm_120424.pdf

Il cantiere edile risulta troppo spesso teatro di infortuni più o meno gravi per i suoi lavoratori, molte volte stranieri.

Inoltre, le malattie professionali, per quanto abbiano minore risonanza rispetto agli infortuni, sono in genere correlate a rischi sottovalutati sul posto di lavoro e, purtroppo, hanno un’elevata incidenza nel settore edile.
Un aspetto spesso sottovalutato sul cantiere edile riguarda la prevenzione dell’esposizione a rischio chimico per l’impiego di solventi, adesivi, oli minerali, sostanze bituminose ecc. ecc.
Inoltre, l’esposizione ad agenti chimici può comportare rischi anche per la sicurezza a causa del verificarsi di incendi, esplosioni, ustioni chimiche. I temi affrontati vengono esposti facendo ricorso a numerose illustrazioni per renderne maggiormente comprensibili i contenuti, tenendo conto dell’ambiente multietnico e dei diversi livelli di scolarizzazione che spesso contraddistinguono il comparto edile.”