Redazione APE: ingegneri biomedici reinseriti tra i tecnici abilitati dal decreto Destinazione Italia

Il D.L. n° 145 del 23/12/2013, convertito in legge a febbraio 2014 e più noto come “Decreto Destinazione Italia”, ha apportato delle modifiche al precedente “Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici, a norma dell’articolo 4, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192”. 

Tale regolamento definiva gli elenchi dei professionisti abilitati al rilascio dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica), fatte salve ulteriori prescrizioni a livello regionale. Tra i requisiti necessari veniva indicato il possesso di una laurea in ingegneria, architettura, agraria, o di un diploma tecnico in alcuni indirizzi specifici; definiva inoltre le modalità secondo le quali, dipendentemente dalla specializzazione, i tecnici potevano redarre – in forma autonoma o in collaborazione tra tecnici – i certificati di prestazione energetica. 

Gli ingegneri biomedici – già precedentemente abilitati al rilascio del vecchio ACE – in possesso della laurea specialistica o magistrale (classe 26/S o LM-21), erano tenuti a seguire un corso specifico della durata di 64 ore per poter diventare tecnici abilitati. 

Tale obbligo viene meno con l’introduzione del decreto Destinazione Italia, che reinserisce gli ingegneri biomedici nell’elenco dei tecnici autorizzati a rilasciare APE, purché abilitati all’esercizio della professione relativa alla progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi, nell’ambito delle specifiche competenze a essi attribuite dalla legislazione vigente ed iscritti all’Ordine Professionale, senza seguire preliminarmente i corsi di formazione.

Pertanto, salvo diversa prescrizione a livello regionale, rientrano a pieno titolo nell’elenco dei professionisti abilitati, anche gli ingegneri in possesso della laurea specialistica o magistrale in ingegneria biomedica.