Architetture ICT e soluzioni organizzative per la continuità operativa PROGETTAZIONE DEL DC

La progettazione del Data Center deve garantire la continuità del funzionamento e la sicurezza dei dati del sistema informatico.
Punto cardine della progettazione del DC deve essere il coordinamento tra tutti gli aspetti relativi a:

ARCHITETTURA
APPARECCHIATURE
ALIMENTAZIONE ELETTRICA
TELECOMUNICAZIONI
CLIMATIZZAZIONE
ILLUMINAZIONE
CABLAGGIO
SEMPLICITÁ – SCALABILITÁ – FLESSIBILITÁ – MODULARITÁ

UBICAZIONE DEL DC

Caratteristiche prioritarie:

attenta valutazione delle caratteristiche della localizzazione del sito per rendere minime potenziali situazioni di alluvioni, terremoti, frane ecc.
luoghi con basse temperature e umidità possono consentire risparmi energetici
vicinanza ad uscite e/o ingressi autostradali o di tangenziale
vicinanza a strade statali e provinciali
posizione facilmente raggiungibile tramite l’impiego di mezzi pubblici e/o privati
traffico veicolare relativamente ridotto
disponibilità di infrastrutture per le telecomunicazioni
vicinanza a strutture in fibra ottica di operatori locali (ad es. aziende municipalizzate).

FATTIBILITÁ AMBIENTALE
Nella progettazione del DC per DR è necessario inoltre tenere conto dell’impatto che questo avrà sul territorio e sull’ambiente.
E’ necessario quindi, uno studio dell’area che accoglierà il Centro e degli effetti che la nuova costruzione avrà sull’area.
Per quanto riguarda la fase di cantierizzazione le componenti interessate risultano:
l’atmosfera (incremento delle concentrazioni delle polveri aereodisperse e dall’aumento della sostanze inquinanti caratteristiche della combustione dei motori dei mezzi di cantiere)

il suolo e il sottosuolo
il rumore e le vibrazioni
il paesaggio

Per quanto riguarda le interazioni che il DC avrà in fase di esercizio con l’ambiente e il territorio, l’elemento più problematico potrebbe essere quello dovuto alle vibrazioni e all’incremento dei livelli sonori dovuti in particolare all’impianto di ventilazione e alla presenza del gruppo elettrogeno.
SPAZI NECESSARI

Le parti di cui si compone il DC si possono classificare, sinteticamente, in:

Sistemi di raffreddamento: gruppi frigo, pompe e ventole in grado di supportare un impianto di refrigerazione
Sistemi di approvvigionamento energetico: collegamento con la rete elettrica, generatori, batterie di backup e l’energia per il sistema di raffreddamento.
IT equipment: contiene gli apparati elettronici che sono utilizzati per l’elaborazione dei dati (server), l’immagazzinamento dei dati (storage) e le comunicazioni (network).

CARATTERISTICHE DELL’EDIFICIO

Pavimenti e solai

Certificati per sostenere una pressione statica massima

Sistemi di illuminazione

É consigliato l’uso di tecnologie di illuminazione efficienti (led) abbinati ad un sistema di controllo automatico che accenda l’impianto solo quando è necessario e consenta l’illuminazione di aree specifiche nei grandi centri.

Cablaggi e telecomunicazioni

La tipologia di cablaggio del DC è di solito progettata conformemente allo standard definito dalla Telecommunications Industry Association.

Armadi rack e cage

E’ possibile creare delle strutture ad hoc per la compartimentazione di una superficie dedicata all’interno della sala, definite cage, delimitate da pareti grigliate; la predisposizione di questa area consente di gestire l’accesso esclusivo alla zona compartimentata.

Sistemi di raffreddamento e climatizzazione

Le prestazioni degli apparati IT sono fortemente influenzate dalle condizioni ambientali e in particolare dalle variazioni di temperatura o umidità, fino ad arrivare, nel caso peggiore, all’interruzione del servizio.
Requisiti funzionali:
temperatura ambiente compresa tra 22 e 25° C;
percentuale di umidità compresa tra il 30 ed il 70%;
temperatura costante in ogni compartimento e fra le diverse parti di ogni rack.